NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

COME DISABILITARE I COOKIE

Nel caso volessi bloccare cookie ti ricordiamo che questo potrebbe avere un impatto negativo sull'usabilità di alcuni siti web.

La maggior parte dei browser ti permette di rifiutare/accettare i cookie. Di seguito ti riportiamo alcune informazioni pratiche per disabilitare i cookie sul browser che stai utilizzando.

Microsoft Internet Explorer

Cliccare l'icona 'Strumenti' nell'angolo in alto a destra e selezionare 'Opzioni internet'. Nella finestra pop up selezionare 'Privacy'. Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Google Chrome

Cliccare la chiave inglese nell'angolo in alto a destra e selezionare 'Impostazioni'. A questo punto selezionare 'Mostra impostazioni avanzate' ("Under the hood'") e cambiare le impostazioni della 'Privacy'.

Mozilla Firefox

Dal menu a tendina nell'angolo in alto a sinistra selezionare 'Opzioni'. Nella finestra di pop up selezionare 'Privacy'. Qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Safari

Dal menu di impostazione a tendina nell'angolo in alto a destra selezionare 'Preferenze'. Selezionare 'Sicurezza' e qui potrete regolare le impostazioni dei vostri cookies.

Per saperne di più riguardo ai cookie e come gestire o disabilitare quelli di terze parti o di marketing/retargeting, visita www.youronlinechoices.com.

Per disabilitare i cookie analitici e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla tua navigazione, puoi scaricare il Componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Titolare del trattamento. Il dirigente scolastico

Inclusione - BES - DSA

Bisogni Educativi Speciali: quali sono?

 

Nella Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 si precisa che l’area dello svantaggio scolastico, comprendente alunni con difficoltà nell’ambito dell’apprendimento (Cornoldi, 1999) e dello sviluppo di competenze, è articolata in tre grandi sotto-categorie: disabilità, disturbi evolutivi specifici, svantaggio socio-economico, linguistico e culturale.

 

Nella prima categoria, quella della disabilità, rientrano tutti gli alunni la cui difficoltà è certificata ai sensi della Legge 104/92 e che hanno conseguentemente diritto alle provvidenze e alle misure previste dalla stessa legge quadro e, tra queste, all’insegnante di sostegno.

 

Nella seconda categoria, quella dei disturbi evolutivi specifici, rientrano  i disturbi specifici del linguaggio (o, più in generale, presenza di bassa intelligenza verbale associata ad alta intelligenza non verbale), i deficit delle abilità non verbali, quali il disturbo della coordinazione motoria, della disprassia, del disturbo non-verbale (presenza di adeguate abilità verbali e difficoltà nelle aree dell’apprendimento scolastico che richiedono l’elaborazione cognitiva di informazioni visive e spaziali), i deficit da disturbo dell’attenzione e dell’iperattività (ADHD, anche in comorbidità con uno o più disturbi dell’età evolutiva), i disturbi dello spettro autistico lieve (che non rientra nelle casistiche della Legge 104/92), il funzionamento intellettivo limite o borderline.

 

In questa macroarea sono compresi i Disturbi Specifici dell’Apprendimento, riconosciuti e tutelati specificamente dalla Legge 170/2010. Tali disturbi, noti con l’acronimo DSA sono: dislessia, disortografia, disgrafia, discalculia. * MATERIALE DI APPROFONDIMENTO *

 

Nella terza categoria rientra l’area dello svantaggio socioeconomico, linguistico e culturale. Quest’ultima area è sicuramente molto ampia e include studenti con problematiche diverse, derivanti dalla presenza di difficoltà emozionali, comportamentali, psicoaffettive, motivazionali, di natura sociale ed economica, di natura linguistica e culturale (alunni immigrati, stranieri).

 

Per far fronte a questi Bisogni Educativi Speciali la normativa fa esplicito riferimento alla Legge 53/2003 e alla Legge 170/2010 come norme primarie cui i docenti devono ispirarsi per le iniziative educative e didattiche da intraprendere.

 

Normativa di Riferimento

  • direttiva del 27/12/12
  • C.M. n.8 del 3/13
  • chiarimenti alla direttiva 12/12
  • Fogarolo ;Gli svantaggiati non si certificano
  • Nota su PAI del 27/06/13
  • P.A.I. 2015
  • GLHI : Decreto A.S. 2015/16
  • protocollo di accoglienza degli alunni diversamente abili
  • scheda di osservazioni sistematiche su base ICF
  • griglia di osservazione ICARE
  • modello di registro di sostegno scaricabile
  • Indicazioni  su procedura per individuazione/inclusione alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES) con allegati :
  1.  Griglia osservazione per l’individuazione alunni BES; 
  2. Scheda rilevazione dei “punti di forza” dell’alunno e gruppo classe su cui fare leva nell’intervento; 
  3. Scheda di rilevazione delle condizioni che facilitano il processo di apprendimento;                                     
  4. Scheda rilevazione dei BES da compilare nei c.d.c di novembre; 
  5. Scheda compiti del consiglio di classe, coordinatore di classe e singolo docente.

 

BES%20SUDDIVISIONE.jpg

 

 

 

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter